Centro Veterinario Villa Flaviana
Centro Veterinario Cinecittà Est
Centro Veterinario Cinecittà Est, Anagnina, Torrespaccata

Prima Visita Veterinaria


La prima visita permette al proprietario di acquisire le conoscenze base sulla corretta gestione del proprio pet, discutendo dell'alimentazione, della profilassi vaccinale e delle problematiche comportamentali a cui potrebbe andare incontro nella prima fase di crescita.

Profilassi vaccinale, Orientamenti di vaccinazione per proprietari di cuccioli

WSAVA

The World Small Animal Veterinary Association (WSAVA) ha pubblicato delle linee guida per veterinari e per tutti i proprietari che puntano ad assicurare al proprio animale una protezione contro le malattie infettive, riducendo il numero di vaccinazioni a cui sono ordinariamente sottoposti.
La documentazione completa è disponibile al seguente link: Vaccination Guidelines

I principi di base sono:
  1. Effettuare vaccinazioni di base e ridurre il numero di vaccinazioni non necessarie valutando ogni singolo caso a se.
  2. I vaccini di base sono necessari a proteggere il cane da malattie infettive potenzialmente mortali diffuse in tutto il mondo. Questi dovrebbero essere somministrati ogni 3 anni dopo l'iniziale richiamo a 12 mesi dalla prima vaccinazione del cucciolo, in quanto la durata dell'immunità (DOI), è risaputo essere di molti anni e talvolta sufficiente per proteggerlo per tutta la vita.
  3. WSAVA ha definito vaccini non di base quei vaccini che sono necessari solo in determinate aree geografiche, condizioni ambientali e stili di vita del soggetto, in quanto mette a rischio di contrarre specifiche infezioni.
  4. WSAVA sostiene fortemente il concetto del 'controllo di salute annuale' , spostando l'enfasi, e l'aspettativa del cliente, dalla vaccinazione annuale ed educandolo a comprendere come la vaccinazione (se necessaria) sia solo una parte della visita medica.
Vaccini di base
  1. WSAVA raccomanda che tutti i cuccioli dovrebbero essere vaccinati contro: cimurro, parvovirus ed epatite infettiva (detto adenovirus). Da ricordare: nei paesi dove è presente la Rabbia, la vaccinazione è considerata di base, anche quando non è richiesto dalla legge.
  2. WSAVA stabilisce che l'ultimo vaccino del cucciolo contro le malattie di base deve essere somministrato a 14-16 settimane di età.
  3. Con una percentuale alta (98%), la vaccinazione di base effettuata al cucciolo tra 14-16 settimane di età offrirà una immunità contro parvovirus, cimurro e adenovirus per molti anni, probabilmente per tutta la durata della vita dell'animale.
  4. Tutti i cani dovrebbero ricevere un richiamo annuale dopo le prime vaccinazioni del cucciolo.
  5. WSAVA stabilisce di effettuare la vaccinazione di base con una frequenza non superiore ai tre anni. Questo non vuol dire che bisogna effettuare vaccinazioni di base ogni 3 anni, ma che vaccinare un cane con un titolo anticorpale adeguato non porterà nessun vantaggio all'animale.
Vaccini non di base
Le vaccinazioni non di base del cane sono la Leptospirosi e la Tosse dei canili (Bordetella bronchiseptica).
Leptospirosi
La vaccinazione dovrebbe essere ristretta alle aree geografiche dove è stato stabilito un rischio significativo di esposizione . Questi cani dovrebbero essere vaccinati a 12-16 settimane di età, ed effettuare un richiamo con una seconda dose 3-4 settimane più tardi, e poi ad intervalli di 9-12 mesi. Questo vaccino deve essere amministrato annualmente o più spesso per animali ad alto rischio di infezione.

Tosse dei canili
  1. In molti cani, la tosse di canile generalmente è una malattia a bassa patogenicità, simile a un raffreddore o l'influenza per l'uomo. Da trattare tenendo sotto controllo i sintomi e valutando la necessità dove necessario di una terapia antibiotica.
  2. I vaccini per la tosse dei canile per essere effettivi dovrebbero contenere Bordetella bronchiseptica e il Virus della Parainfluenza-5 Canino (CPI -5). La somministrazione dovrebbero avvenire tra la 3° e la 16° settimana e poi essere ripetute annualmente.

Scarica l'APP e Prenota i nostri Servizi